Che lo sport sia un maestro di vita e di crescita personale è un pensiero largamente condiviso. Come sanno in molti, però, lo sport è anche un potente veicolo di promozione di integrazione, condivisione e convivenza. Un contributo che diventa sostegno fondamentale soprattutto quando coinvolge le persone più bisognose di riconoscimento sociale e i più piccoli.

È ciò di cui sono convinti anche i promotori del progetto di calcio integrato della società Camerano Calcio, iniziativa che nel giro di poco tempo, complice l’interesse suscitato tra i media e le famiglie, è diventata un caso di successo.  

La piccola società del Camerano Calcio (in provincia di Ancona), con il sostegno della Banca di Filottrano, ha infatti promosso un progetto di inserimento dei ragazzi con sindrome di Down nella scuola di calcio creando un percorso di integrazione differenziato per le diverse fasce di età e a seconda dei bisogni di ciascuno.

Iniziata con due bambini, l’esperienza del calcio integrato si è allargata ai più piccoli (5-6 anni) che in maniera istintiva si avvicinano l’uno l’altro apprendendo allo stesso tempo abilità motorie e sociali. Nella fase di conoscenza, un tecnico specializzato instaura una relazione positiva e rassicurante accompagnando il bambino nel suo inserimento nel gruppo. A mano a mano che il bambino prende confidenza con l’ambiente e i compagni, il sostegno del tecnico viene ridotto in maniera graduale fino a consolidare l’integrazione.

L’esperienza ha dato risultati talmente positivi che il progetto è stato allargato ulteriormente per includere anche i bambini di otto e nove anni che come i loro compagni possono oggi accedere alle attività ludico-motorie e vivere esperienze sociali preziose per la loro crescita e per il loro sviluppo aumentando il benessere delle rispettive famiglie.  

La bontà e le ricadute positive del progetto hanno spinto il Camerano Calcio ad attivarsi per reperire fondi attraverso il crowdfunding. Ricerca che ha portato a includere il progetto all’interno di un bando della Fondazione Vodafone Italia. I fondi raccolti andranno ad arricchire l’offerta del progetto e ad aumentare il numero di tecnici specializzati per l’affiancamento dei piccoli calciatori.  

Tutte le informazioni sull’iniziativa sono disponibili sul sito del Camerano Calcio.