Con la fine del 1800 si sviluppano in Italia le prime Casse Rurali con la finalità di permettere l’accesso al credito anche a quella parte di popolazione che fino a quel momento ne era stata esclusa.
Da allora, milioni di famiglie, di piccoli agricoltori, artigiani, operai, imprenditori, professionisti, operatori del sociale hanno potuto ottenere credito, e migliorare la propria condizione di vita.
Le Casse Rurali allora, e il Credito Cooperativo, oggi, hanno permesso alle varie comunità locali di realizzare le proprie aspirazioni e costruire la propria prosperità.
Chi ci ha preceduto ha introdotto nel “mondo banca” il concetto e la prassi della responsabilità, dell’auto-aiuto, dell’impegno collettivo a vantaggio del bene comune, con l’obiettivo di promuovere princìpi differenti rispetto a quello del “più si ha e più è facile avere”.
Forte di questa eredità, la Banca del Valdarno, aderente al Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea, coglie le nuove sfide dell’era globale, cercando di costruire un futuro contraddistinto da solidarietà e democrazia economica. Oggi, che siamo diventati fornitori globali di servizi, di prodotti e di soluzioni finanziarie, ci impegniamo davanti ai nostri clienti ed ai nostri soci, a non dimenticare che per noi l’utile è uno strumento, non il fine e che la nostra vocazione è quella di essere “differenti per forza”..